Assicurazione RC Famigliare cos’è e come funziona

Assicurazione rc famigliare, tutti con la stessa classe di merito. Questo decreto permette infatti di assicurare tutti i mezzi all’interno della famiglia acquisendo la miglior classe di merito. Che sia, auto, moto, ciclomotore, autocarro l’assicurazione rc famigliare unisce tutti.

Arriva l’Assicurazione rc famigliare! Si tratta di un provvedimento assicurativo recepito con un decreto legge molto importante che riduce i costi delle assicurazioni dei veicoli del nucleo famigliare circa il 50%. Una novità importante nel mondo assicurativo, dopo il decreto Bersani che già andava incontro alle famiglie arriva l’assicurazione rc famigliare. Vediamo di cosa si tratta:

 

COME FUNZIONA?

 

Con la novità dell’assicurazione rc famigliare tutti i componenti del nucleo famigliare potranno acquisire la miglior classe di merito in vigore. Indipendentemente dal fatto che i veicoli appartengano a diverse classi di identificazione (es. autovettura, motociclo, ciclomotore). Con la legge Bersani è possibile ereditare la stessa classe di merito solo per la stessa categoria di veicoli: auto da auto, motociclo per motociclo e così via. Ora se hai un auto con la classe di merito 1 puoi estenderla anche sulla tua moto.

 

CHI E’ NEL NUCLEO FAMIGLIARE?

 

Il nucleo famigliare a livello assicurativo è chiunque sia registrato all’interno dello stato di famiglia. Quindi chiunque abiti effettivamente sotto lo stesso tetto. Lo stato di famiglia si può richiedere in comune. Alcune compagnia richiedono solo l’autocertificazione dello stato di famiglia.

 

MA E’ IN VIGORE?

 

Ad oggi non è ancora a tutti gli effetti in vigore. Infatti l’entrata effettiva in vigore sarà dal prossimo 8 Febbraio data inserita nel Decreto Milleproroghe (Dl 124/2019) atteso per il 30 dicembre sulla Gazzetta. Sono stati concessi 45 giorni di ritardo per consentire alle compagnie assicurative di adeguarsi, mentre di fatto la legge di conversione del Dl fiscale è entrata in vigore il 25 dicembre scorso.

Detto ciò ad oggi è ancora tutto fumo niente arrosto. Per ulteriori chiarimenti dovremo quindi attendere l’8 Febbraio per vedere se questo decreto sarà effettivamente attivo oppure no.

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *